January 22, 2018

December 29, 2017

Please reload

Post recenti

Nonna, nonnina, che orecchie grandi che hai!

 

Prendi un lupo e una fattoria … e il primo apparecchierà la tavola!

 

Mmm, forse è meglio riprovare e cercare un esito meno infausto...

 

Prendi il lupo di Eva Rasano e una fattoria didattica ed ecco profilarsi un percorso sensoriale. 

 

Perché il classico “cattivo” nei libri Con le orecchie di lupo e Lupo in versi diventa un compagno di giochi con cui esplorare suoni e rumori del mondo circostante.

Il primo, nella versione app sviluppata in collaborazione con la SmallBytes Digital, ha persino ricevuto una menzione speciale al Bologna Ragazzi Digital Award 2017.

 

Lo dichiaro apertamente, parto prevenuta rispetto all'uso sconsiderato delle app nella prima infanzia. Sono una nostalgica, ho studiato per anni documenti del XVIII secolo con la carta che mi si sgretolava tra le dita, il tanfo della muffa per me prezioso quanto quello di un tartufo bianco d'Alba, il silenzio degli archivi. Sono una feticista del libro. Difficile, anche per la mia scarsa attitudine tecnologica, farmi tentare da un'app.

Tuttavia, sono costretta a fare un'eccezione. L'app di Con le orecchie di lupo presenta una qualità che non fa rimpiangere il libro. Entrambi, libro e app, non hanno un intento didascalico. Spingono all'esplorazione e al gioco. E il gioco realmente educativo non cerca di inculcare una netta dicotomia tra giusto e sbagliato, formula domande, stimola la ricerca. Supporti diversi, usi differenti che, volendo, possono anche essere integrati.

La provo e mi ricredo.

E casca “a fagiuolo” perché il suo uso mi è stato suggerito proprio dopo l'acquisto del libro da cui è tratta e una gita nella Fattoria Pasadi con La Tana di Lunamoonda frequentata per un intero felice anno dal mio marzianetto di 5 anni e dalla mia pugilessa di 3.

 

Quale legame potrà mai esserci tra un'app, un libro e una fattoria allora?

 

Parto per un viaggio virtuale con il ronzio di un'ape e il canto di tanti uccellini colorati per proseguire fino ai suoni della campagna. Se tocco lo schermo del tablet le api si moltiplicano e così i ronzii; gli animali notturni giocano a nascondino, escono allo scoperto, si fanno acchiappare e tornano nelle loro tane.

 

Mi ritrovo, non più solo virtualmente ma con carta, forbici e colla a fabbricare delle orecchie di lupo e a seguire il consiglio della voce narrante:

 

 

Hai visto che orecchie grandi che ho?

È per sentire meglio tutti i suoni che mi circondano!

Vuoi sentirli anche tu?

Allora spalanca le orecchie e ascolta …

 

Guidiamo verso la fattoria, mi volto indietro per verificare se presa dalla foga abbiamo lasciato i figli in casa con i nonni. No, sono assicurati ai loro seggiolini e con la mia stessa smania di provare le nostre orecchie di lupo. Fischiettano il motivo che accompagna il lupo alla scoperta dei suoni nell'app. Motivetto accattivante. Mi contagiano. Fischietto anche io. Parcheggiamo, raggiungiamo il resto della compagnia e ci accoglie il raglio dell'asino.

 

Il prato diventa un tappeto su cui i piedini nudi di mia figlia lasciano impronte che i fili d'erba cancellano sollevandosi. Il percorso sensoriale preparato con sabbia, terra, sassi, rami, paglia e acqua stimola le sensazioni tattili ma il calpestio procura anche un rumore che unito alle risate di bambini e adulti diventa musica. Le orecchie sono spalancate, riaffiorano i ricordi del tempo trascorso nella casa dei nonni a Gergei, la mia infanzia a Calamosca, gli orti, gli animali in cortile.

 

 

Ai nostri figli regaliamo uno spaccato della vita di un tempo senza tablet pur avendo ricevuto il primo input da un'app e quando torniamo a casa, nell'intimità di un abbraccio, leggiamo insieme Con le orecchie di lupo. Questa volta il tablet è spento. La tv è spenta. Il cellulare è spento. Ci siamo solo noi e le nostre voci che raccontano e fanno versi, rumori e suoni della città. Le orecchie sono ancora spalancate. Sentono il battito dei nostri cuori.

 

PS. Vi consigliamo vivamente la Fattoria Didattica Pasadi (si trova in via delle more 14, località Sant'Isidoro, Quartucciu)  sia per la competenza e cortesia delle persone che ci hanno accolto, sia per la bellezza della natura e degli animali, che per la qualità del percorso che ci è stato proposto, adattissimo ad un pubblico 0-3 anni!  

Per maggiori info vi suggeriamo di dare un'occhiata alla loro pagina Facebook https://www.facebook.com/fattorialocanda/

 

PPS. I libri di Eva Rasano  Con le orecchie di lupo e Lupo in versi sono editi dalla casa editrice Bacchilega Junior e fanno parte della collana I Libricini, hanno un costo di 9€.

L'app realizzata dalla Smallbites digital è disponibile sia su Play Store che su Apple Store al costo di 2,29€

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Orari di apertura

Da lunedì al venerdì: 

8:00am-16:30pm (Libro.Nido)

17:00pm-19:30pm (Biblio-Ludoteca)

 

Indirizzo

 

Via Zagabria, 47

09129 Cagliari

tel.  320 716 6708

mail: lunamoonda15@gmail.com

C.F e P.IVA 03541890921

  • Facebook Social Icon

La tana di Lunamoonda

 

sito ideato e creato da Francesca Cara