January 22, 2018

December 29, 2017

Please reload

Post recenti

Higitus Figitus

 

“Che pasticcio! Che guazzabuglio medievale! Dovremmo modernizzare tutto con un sistema a catena di montaggio” borbotta Mago Merlino ne La spada nella roccia e dopo aver battuto la bacchetta per evocare a sé l'attenzione di tutte le cianfrusaglie, parte con la formula Higitus Figitus.

 

Ecco, confessate, come me avete pensato “se avessi pure io la bacchetta magica per riordinare, pulire, sistemare, gestire, … questo guazzabuglio contemporaneo”.

 

 

Ebbene, vi fornisco un'utilissima e scientificamente valida “motivazione pedagogica” per delegare in parte, ai vostri bimbi e alle vostre bambine, questo lavoro del mettere in ordine, apparecchiare, sparecchiare, spolverare, spazzare, stendere, rifare il letto, piegare i vestiti, riordinarli nei cassetti, preparare lo zaino, mangiare e vestirsi autonomamente …

 

Ironia a parte, direi che è un dato ormai assodato che l'AUTONOMIA si raggiunge col fare, e se di un agire collaborativo si tratta, ancora meglio! E se queste attività diventano non semplici gesti sporadici, ma ROUTINE l'efficacia aumenta esponenzialmente .

Non è sfruttamento del lavoro minorile, non è delega della cura genitoriale, è solo uno dei tanti modi per sostenere lo sviluppo e l'acquisizione dell'autonomia dei nostri pargoli.

 

E quando si può iniziare?

Presto, molto presto.

Tant'è che al nido troverete, nella programmazione educativa, uno spazio importante dedicato alle routine cioè quelle attività che si fanno abitualmente e che non rappresentano soltanto uno strumento per organizzare la vita collettiva di un gruppo di bambini.

 

L'accoglienza, il saluto, e tutte le attività che vi ho citato prima, anche le più semplici come apparecchiare, andare in bagno per lavarsi le mani prima dei pasti, l'ora della nanna, implicano apprendimenti rilevanti sul piano motorio, sul controllo del comportamento e proprio per questa ragione sono state rivalutate per il loro aspetto educativo.

I nidi, se ci pensate, rappresentano validi alleati, parte da qui la co-educazione.

I bambini, anche i più piccini, sono seguiti in un percorso di acquisizione di autonomia, anche quando i piatti cadono, scivolano le posate, ci si fa il bagno con il brodino, il tavolo sembra un campo di battaglia.

 

 Sono luoghi e spazi in sui si ampliano notevolmente le possibilità di esperienza che implicano, per un apprendimento significativo, la ripetitività dei momenti di routine. I bambini apprendono come esercitare, un primo controllo sull'ambiente, iniziano ad avere maggiore dimestichezza con la scansione del tempo fonte di rassicurazione quando la mamma e il papà non ci sono.

 

Cosa c'entra con Mago Merlino?

Ho citato Mago Merlino per due ragioni:

  • la prima è che ho un'adorazione pluridecennale per questo cartone e per Anacleto, il suo amico gufo.

  • La seconda ragione, meno frivola, è che queste meravigliose capacità non si acquisiscono, ahimè, per magia, ma serve una cura costante nella proposizione di esperienze atte a formarle. Bastano oggetti di uso quotidiano come forchette, bicchieri, piatti e i bambini, nel loro uso sempre più preciso, passeranno da schemi più generali come il lanciare, il battere, a schemi progressivamente più specifici, come ad esempio infilare, impugnare, articolare. 

Il valore abilitante aggiuntivo è dato inoltre dalle routine poiché richiedono necessariamente :

la condivisione,

la collaborazione,

l'organizzazione,

il rispetto dei turni,

la regolazione del comportamento con gli altri.

 

Si tratta di apprendimenti significativi per lo sviluppo dei nostri figli.

 

É proprio da queste basi che si costruisce pian piano la capacità di imparare a stare bene con le altre persone, a sostenersi a vicenda, a rispettare le regole, solo alcune tra le competenze che consentono di vivere in una società che voglia valorizzare il benessere di ciascuno e di tutti allo stesso tempo.

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Please reload

Archivio

Orari di apertura

Da lunedì al venerdì: 

8:00am-16:30pm (Libro.Nido)

17:00pm-19:30pm (Biblio-Ludoteca)

 

Indirizzo

 

Via Zagabria, 47

09129 Cagliari

tel.  320 716 6708

mail: lunamoonda15@gmail.com

C.F e P.IVA 03541890921

  • Facebook Social Icon

La tana di Lunamoonda

 

sito ideato e creato da Francesca Cara